La Via dei Masi (Höfeweg) della Val d’Ultimo

Itinerario:
da Pracupola sul Lago di Zoccole (1153 metri) si prosegue brevemente verso l’interno valle, per arrivare sulla destra in direzione dei masi Unter ed Oberhof (1196 metri), un antico gruppo di masi contadini con bellissimo fienile e pittoresca abitazione. In seguito ci incamminiamo lungo la strada, ai cui lati si possono ammirare alcune icone cristiane e croci commemorative, in direzione della Val d’Ultimo interna (questa era l’unica via che collegava le due località). La via è attorniata da pittoreschi muretti ricoperti di flora locale e dai tipici steccati in legno della Val d’Ultimo. I pendii boschivi sul versante opposto sono intervallati dalle rientranze delle vallate laterali che si sviluppano verso il suo interno: la Val Nera, la Val Monte D’Ora, la Val di Clapa e la Val di Montechiesa. Il nostro sentiero prosegue comodamente fino al maso Eben, per attraversare in seguito i Teisenhöfe (masi) e raggiungere l’Aussergraberhof, la prima possibilità di ristoro con Stube del XVIII secolo (1378 metri). A S. Nicolò si aggiungono al paesaggio in modo del tutto armonico i tre Schwienbachhöfe (masi). Il sentiero prosegue al di sopra della chiesa parrocchiale, passando accanto alla cappella Johann-von-Nepomuk, costruita per chiedere protezione dalle inondazioni del Mesnerbach (fiume), il quale aveva semidistrutto il paese nel 1789. Attraverso il fitto bosco di abeti rossi si raggiungono i masi Gasteig, Gschöra e Kropfen (ca. 1450 metri, ristoro solo in estate). Dopo aver passato Gannen, saliamo verso la chiesa di S. Gertrude (possibilità di ristoro nelle vicinanze; 1519 metri). Ritorno al punto di partenza con l’autobus o con altri mezzi.

Dettagli sull'escursione